Pvc per la realizzazione di teli, teloni e pareti divisorie: Venturello.it


Il PVC, cos’è questa sostanza plastica quasi comune oggigiorno?

Per prima cosa, come appena specificato, è una sostanza plastica, ma che caratteristiche ha e perché la si ritrova in molti materiali in quest’epoca tecnologica?

PVC è l’abbreviazione di Poli Vinil Cloruro che sarebbe in pratica un derivato del vinile.
La sua storia ha inizio nei primi giorni del XX secolo e verso il 1930 ne è iniziata la produzione in USA e Germania. Per l’Italia bisogna aspettare verso la fine degli anni 30.
Da allora si può dire che il PVC sia gradualmente entrato nelle nostre vite. Comune e forse maggiore è il suo uso nel campo dell’edilizia, nei tubi per acqua o grondaie, pavimenti, parti di finestre.

È altresì comune il suo uso come pellicola per imballaggi, ma anche negli ormai vecchi e parzialmente rimpianti dai nostalgici, dischi a 33 e 45 giri. Altri usi più recenti sono quelli dei teli e teloni in PVC che hanno ormai sorpassato la vecchia tela che serviva per le tende dei negozi e dei teloni per coprire i camion.

In Italia, e in particolare nel torinese, la ditta Venturello è specializzata appunto in queste due ultime applicazioni del PVC (teli e teloni) ma non solo, anche a gazebo, dehors, stands, tende da sole, striscioni, o articoli tecnici come pannelli fono isolanti, pareti divisorie e chiusure a strisce trasparenti e  tunnel. Si potrebbe dire che qualsiasi sia la vostra richiesta di articoli in PVC la ditta Venturello può soddisfarvi. A garanzia di questo questa ditta opera sin dagli inizi del XX secolo e tutti i materiali usati sono regolarmente certificati dagli enti preposti.

Inoltre Venturello si occupa anche dell’attività di installazione, montaggio e manutenzione, per cui rimane il riferimento della clientela anche per quanto riguarda il post-vendita.

Tutte le info su www.venturello.it

 
Powered by Optimamente srl - Privacy