Immobiliare in Svizzera: cosa c’è da sapere se si ha intenzione di acquistare casa?


Sempre più persone al giorno d’oggi si interessano all’acquisto di case, appartamenti o dimore in generale in Svizzera: la motivazione di cotanto interesse è ben spiegata dal fatto che questo paese è molto interessante per gli italiani, per i fattori più svariati.

Prima di tutto, molti italiani decidono di investire il loro denaro in un immobile in Svizzera perché ritengono che le case acquisteranno con gli anni un maggior valore, e pensano di riuscire a ricavare del denaro dall’affitto della casa: la seppur relativa vicinanza con l’Italia, poi, porta l’italiano a considerare il paese interessante anche dal punto di vista delle vacanze, che avendo una casa in Svizzera potrebbero trascorrere tranquillamente qui.

Però, c’è un però ed è dovuto fare le corrette valutazioni: quando si acquista una casa in Svizzera e si rimane residenti in Italia, bisogna pagare delle tasse specifiche, sia nel caso in cui si è persone fisiche, sia nel caso in cui si è società. Nel secondo caso, il pagamento delle tasse è l’imposta sulla sostanza e sul reddito – che è dedicata anche alle persone fisiche, con la differenza che in questo caso l’aliquota è progressiva, mentre per le società è proporzionale – ma anche la cosiddetta imposta sulle attività finanziarie possedute all’estero (IVIE) che deve essere pagata dalle società italiane tassate con il possesso della partecipazione.
Per quanto riguarda il mutuo, in Svizzera sono previsti i mutui ipotecari, con tasso fisso variabile , tasso fisso a 5 anni e tasso fisso a 10 anni.

Le persone fisiche non residenti all’estero ma che possiedono una casa in Svizzera devono pagare l’imposta sulla sostanza delle persone fisiche, contestualmente all’imposta di reddito, che prevedono i pagamento della aliquota progressiva per il possedimento di beni mobili ed immobili, esclusi il mobilio domestico e gli oggetti di comune uso personale.
Inoltre, gli italiani devono comunque rispettare la legge italiana e pertanto pagare le tasse italiane con la tassazione del reddito imponibile per lo stesso ammontare netto che risulta dalla valutazione in Svizzera; a questo, vanno poi aggiunti la tassa di mutazione (prevista da tutti i cantoni) e l’imposta sulla proprietà immobiliare all’estero, che prende il nome di IVIE.

Dall’Italia vengono fatti molti investimenti soprattutto in canton Ticino, tramite l’intermediazione di agenzie immobiliari Luganesi in particolar modo, visto che Lugano è il centro nevralgico delle compravendite immobiliari in quel cantone specifico, ed essendo anche la cittadina più grande e popolosa. Ovviamente la competenza e la conoscenza del territori da parte di queste agenzie è fondamentale, per questo motivo il consiglio è quello di rivolgersi a realtà presenti già da qualche anno sul territorio e con una consolidata esperienza sul campo e in quel settore immobiliare specifico, essendo in settore e un mercato giocoforza diverso da quello italiano, sia per le legislazioni nazionali differenti, sia perché i prezzi e il tenore di vita Svizzero è più elevato in media rispetto a quello italiano.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy