Gestione delle amministrazioni condominiali


AMMINISTRATORE

Come per tutte le altre professioni, anche per quanto riguarda la professione dell'amministrazione condominiale svolta a Torino esistono tutta una serie di normative giuridiche specifiche che ne regolano l'attività. Per esempio è obbligatoria la presenza di un amministratore per 8 o più condomini. Come in tutta l'Italia, l'amministratore resta in carica per 1 o più anni, salvo casi di gravi errori in buona o in malafede, per i quali l'amministratore può essere rimosso dal suo incarico. Ogni amministratore condominiale ha l'obbligo di una costante trasparenza finanziaria, per cui deve creare un conto corrente del condominio per regolare le spese del condominio, e le sue entrate. Per quanto riguarda la trasparenza finanziaria, starà all'amministratore fare dei resoconti di tanto in tanto per aggiornare gli inquilini sulla situazione finanziaria del condominio.
Una persona che voglia prendere in gestione un'amministrazione condominiale a Torino, ha l'obbligo, per legge, di aver frequentato un corso di formazione specifico, svolto l'esame finale e aver ricevuto il diploma del corso, oltre ad essere esente da precedenti penali. Aver lavorato come amministratore, è uno dei requisiti fondamentali per svolgere la professione di amministratore condominiale a Torino (generalmente si richiede che l'esperienza di lavoro sia pari a 1 anno o superiore).

OBBLIGHI

Una persona che prende in carico il ruolo di gestione delle amministrazioni condominiali a Torino, deve essere capace risolvere le varie situazioni problematiche che possono capitare in un condominio. Inoltre l'amministratore deve conoscere tutte le normative italiane riguardanti il trattamento delle acque chiare e scure, deve ricordarsi della manutenzione dell'impianto elettrico, dei tubi di scarico e di moltissime altre questioni tecniche. Tralasciando le competenze prettamente tecniche, ogni amministratore deve avere anche una serie di conoscenze sociologiche per non sembrare maleducato e risolvere in assoluta calma e tranquillità ogni problema che gli si presenti. Sta all'amministratore di condominio decidere se installare i vari impianti di ricezione televisiva, come le antenne semplici sul tetto, o le "parabole" per la tv satellitare. Ogni amministratore di condominio può dunque indire delle assemblee per discutere delle varie questioni con gli inquilini, raccogliere i fondi necessari per realizzare questo o quell'altro lavoro, o semplicemente informare le persone di un problema. Ogni condominio con più di 11 unità immobiliari può formare un consiglio comunale nominando 3 membri, possibilmente inquilini, che si dovranno consultare per controllare l'operatore della persona a capo dell'amministrazione condominiale.

LE NORMATIVE VIGENTI

Dal 18 giugno del 2013 sono entrate in vigore le nuove normative legislative riguardanti la riforma dell'amministrazione condominiale. Si tratta della famigerata legge del n.220 del 2012 sulla "Modifica alla disciplina del condominio negli edifici", che fornisce alle famiglie dei maggiori diritti nei confronti dell'amministratore condominiale. Così l'articolo 9 sostituisce il 1129, mentre il 10 rinnova l'articolo 1130 del Codice civile. L'articolo 1130-bis della vecchia legge, viene invece sostituito dall'articolo 11, mentre l'articolo 12 della riforma modifica il 1131 del Codice civile in materia di amministrazione condominiale. Inoltre vengono aperte le porte agli animali domestici, che ora avranno l'accesso ai spazi interiori dei condomini, pur rispettando il regolamento del condominio stesso. Più attenzione viene posta sul controllo degli eventuali morosi, i quali avranno ben 6 mesi di tempo per colmare i propri ritardi, o che, in alternativa, dovranno pagare dagli 200 agli 800 euro di multa. A differenza della normativa precedente, la riforma permette l'installazione di pannelli solari per l'energia rinnovabile, a apre alla possibilità di sfruttare il web per creare un sito internet del condominio utilizzabile dagli inquilini e dall'amministratore. Infine, dalla riforma sono previste una serie di innovazioni pensate per valorizzare il condominio e indirizzarlo verso un miglioramento più comodo e sicuro.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy