Un nuovo alleato della chirurgia plastica: plexr


Lo sapete qual è il nuovo alleato della chirurgia plastica? Uno strumento innovativo chiamato plexr e nato dal lavoro del Professor Giorgio Fippi. Grazie a tale apparecchiatura è possibile trattare molti inestetismi della pelle in modo non invasivo, vale a dire senza tagli o buchi.

In pratica, grazie all’uso di un gas ionizzato che verrebbe usato come mezzo da taglio, l’epidermide verrebbe sublimata, transitando in pochi secondi da uno stato solido a quello gassoso.

In questo modo sarebbe possibile agire su piccole zone della pelle e correggere tantissimi difetti quali smagliature, acne, praticare il lifting del volto e dell’ombelico e tanto altro. Il tutto senza ricorrere ai bisturi o all’anestesia.

Tutto ciò fa’ si che si possano eliminare gli eventuali contrattempi come segni, ecchimosi, sproporzioni tra i due occhi, calo del sopracciglio o il così chiamato sguardo “spiritato” nel caso di interventi come la blefaroplastica. Insomma, con meno di 10 minuti a seduta e per un totale di 4 o 6 sedute sarà possibile rifarsi belle o belli.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy